davidecrociatidibellaria
davidecrociatidibellaria

29 Gennaio 2022

 

(A) LA FARSA

 

Una farsa miserabile per non cambiare nulla. Indicano Cassese che ha quasi 90 anni (a fine mandato ne avrebbe 93!), bruciano malamente la Casellati e lanciano nella mischia la Belloni per poi accorgersi che dirige i servizi segreti (meglio tardi che mai!).  Come volevasi dimostrare, così riusciranno ancora una volta a mortificare la Costituzione allo scopo di perpetuare  e forse di peggiorare un governo che sta distruggendo il Paese, come i fatti dimostrano. Ora chi vuol capire capisca (leggasi diktat dell'UE, ossia dei poteri forti che certo non amano l'Italia poiché perseguono il "progetto" mondialista svelato dal folle Schwab).    

 

                                                                            D.C.

 

-----------------------------------------

 

30 Gennaio 2022

 

(B) BINOMIO DI VERTICE

 

Adesso vedremo se Mattarella e Draghi riusciranno a condurre l'Italia verso acque meno stagnanti e più salubri, se sapranno interrompere la moria di piccole e medie imprese, per anni vera spina dorsale dell'economia nazionale; vedremo se sull'onda di un provvidenziale ripensamento vorranno porre le condizioni perché cessino le discriminazioni sociali (tante e pericolose, nonché odiose) verso chi sceglie di non apporre la propria firma a “protezione” del governo dei “migliori” e di Big Pharma, rispetto a una sperimentazione farmacologica diventata di fatto obbligatoria nell'ambito di un percorso a tappe progressive (leggasi “rana bollita” o finestre di Overton), quindi rispetto a una sperimentazione coatta che fa a pugni col codice di Norimberga umiliandone lo spirito umanistico. Vedremo se Draghi e Mattarella si adopereranno (non solo a parole) per aprire la strada a una giustizia più equa e più snella; se le profezie di Bill Gates e associati sulle future pandemie, così precise e puntuali, indurranno i nostri a voler recuperare almeno una parte dei posti letto smarriti lungo anni di malgoverno e di privatizzazioni selvagge. Vedremo se i due Presidenti accetteranno di servire il Paese verso il quale hanno enormi responsabilità o se invece sceglieranno di continuare a svenderlo ai mercati ciechi e voraci come predatori oceanici. Vedremo. Al momento non possiamo che prendere atto del piano inclinato su cui ci troviamo e del significativo aumento di tasse che certamente non gioverà alla sbandierata ripresa economica, per ora invisibile al di là dell'illusionistica cortina di parole. E non possiamo ignorare le parole forse non illusionistiche di Putin, ultimo baluardo antimondialista, secondo cui il rincaro energetico destinato a martoriare l'Europa non dipende dalla quantità di petrolio concessa dalla Russia bensì dalla volontà degli speculatori occidentali di mettere in ginocchio un sistema forse a torto ritenuto obsoleto. Non dimenticando che Putin si trova da tempo costretto in una pericolosa bolla per effetto di una false flag alla Brzezinski.  Vedremo...

                                                                                   D.C.     

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Davide Crociati Via Sebenico 2/a 47814 Bellaria-Igea Marina